giovedì 11 settembre 2008

Blog Vs. Forum


Tutto sto gran parlare di blog aziendali*. Ok, sono d'accordo, sono una novità, sono utili, fanno immagine, e magari danno un po' di visibilità on line (che non si butta mica via...).

Ma alimentano veramente delle conversazioni utili?

Mah...
Se il blog è gestito da un gruppo ristretto all'interno dell'azienda, il controllo sugli argomenti è tale che lo strumento rischia di ridursi ad una normale sezione "news" di un sito internet. Commentabili, certo, ma più in là di questo non si va, a meno di non finire fuori argomento nei commenti (e si diventa censurabili).

Se il blog diventa un libero spazio per tutti i dipendenti, il discorso migliora. Ma guardate al luogo in cui lavorate (se è l'ufficio di Google, siete esclusi), e pensate a quanti si metterebbero a scrivere sul blog aziendale. Si ritorna al gruppo ristretto (dei cui problemi ho già scritto), e probabilmente il blog tratterà di argomenti di interesse interno.

Insomma, io farei un passo indietro: il forum.
Basta registrarsi e si fa partire una conversazione scegliendo l'argomento, il tono, i link, e se si hanno meno di 17 anni anche un bel po' di faccine**.

All'azienda rimane la possibilità di stimolare il dialogo sugli argomenti che le interessano -aprendo un post-, o seguire le discussioni che si aprono via via, scegliendo se intervenire o assistere.

Lasciando più libertà aumentano anche gli stimoli, le idee.

Insomma: se la conversazione è l'obiettivo, il forum mi sembra la risposta migliore. O mi è sfuggito qualcosa?

Ah, dimenticavo: con un forum è un po' più dura moderare i commenti negativi per fare bella figura -ma falsa- on line. Insomma, si fa, ma almeno bisogna sbattersi un po' di più... :)


* l'idea di questo post mi girava in testa da un po', ma la scintilla finale l'ha accesa questo post di Massimo Carraro.

**le emoticon le abbiamo anche noi blogger :)

Foto di Laughing Squid

5 commenti:

[m]m ha detto...

concordo, ci vogliono piu' palle ad aprire un forum che un blog :)

Baldo ha detto...

già... sarà, ma penso sempre più che sta storia dei blog aziendali vada troppo di moda in questo momento per parlarne con obiettività...

Modii ha detto...

Mi inserisco così, senza aver seguito la discussione precedente.

Sicuramente, il blog non alimenta conversazioni: ma è quello il suo scopo? Un blog come quello di Luisa Carrada, per dirne uno, non è molto commentato, però pare sia molto letto.
Un blog non è democratico, né paritario. Una persona che apre un blog decide di dare qualcosa di sé, è questo il senso. Possono essere conoscenze, modi di vedere, storie di vita, quello che volete; il lettore prende quel che viene offerto, se gli interessa. Può dire semplicemente "grazie"; può intervenire: "mi hai dato questo, ma forse potresti darmi anche quest'altro"; può incoraggiare: "sono d'accordo"; può anche dare un contributo: dire, cioè, qualcosa di attinente.

In questo senso, il blog aziendale non mi sembra tanto inutile. L'azienda parla di sé, risponde a domande che sono nell'aria, porge scuse. Il blog diventa il suo strumento politico, facile e trasparente (trasparente, non sincero).

Che poi un blog aziendale mai e poi mai mi metterei a leggerlo, questo è un altro discorso. Io, ancora aspetto che torni Babsi Jones... (aspetta e spera)

Baldo ha detto...

@modii: tutto vero se è un blog personale, appunto. Ma se il blog è tematico, la linfa sono proprio i commenti di chi lo legge, o i post su altri blog che ne scaturiscono, che alimentano un discorso dando contributi nuovi. Quando poi dovrai comprare una lavatrice, magari comincierai a girare per blog sugli elettrodomestici :)

Anonimo ha detto...

Io credo che sia più facile avere un forum perché un forum è fatto della comunicazione di tutti, può funzionare anche se l'admin non è presente, può crescere da se, ecc. Un blog invece dipende dall'attività di una sola persona e ci vuole volontà e impegno per farlo sviluppare. Comunque, dipende anche dal servizio di hosting scelto, con alcuni hai meno lavoro da fare e ci si puo concentrare sulla comunicazione. In questo riguardo consiglio Forumattivo.com, servizio di blog e forum gratis.