lunedì 20 ottobre 2008

Portare internet alle persone... ma davvero!

-questo post viene pubblicato con qualche giorno di ritardo, perchè la connessione decantata di seguito mi ha abbandonato nel momento cruciale. Ma non si può essere perfetti, no? :)-


Sono a Madrid, in attesa del volo di stasera. Da un rapido calcolo la connessione per scrivere questo post mi va a costare sui 14€.

Come direbbe Tele2, "perchè pagare di più"?

Perchè inclusa nella connessione c'è pure la cena. O meglio, nella cena è inclusa la connessione. Già, perchè da queste parti i bar pullulano di wi-fi, e di conseguenza sono tanti i portatili* aperti che si vedono dalle vetrine dei locali.


La prima cosa che ho pensato è che tuto sto pullulare di laptop è uno dei migliori spot "pro internet" che mi si capitato di vedere: è fatto da chi di interessi in ballo non ne ha, e soprattutto è in mezzo alla gente.


Magari potrebbe essere un'idea per codice internet: metti in wi-fi un tot di bar in mezzo ad una città, o magari una piazza. Mi piacerebbe vedere qualche decina di blogger navigare dalle vetrine dei bar del centro, o addirittura davanti al Duomo di Milano: e quello sarebbe veramente un "portare internet alle persone"...



*con mal celata soddisfazione lo dico: gli unici Mac che ho visto erano nelle vetrine de "El Corte Ingles". Ma erano ancora quelli con il tasto, prima della "grande innovazione" del touch pad cliccabile :). Quindi non contano.
foto di Mamuso

2 commenti:

100% FAKE ha detto...

ehehehe... un mese fa ero (in viaggio di nozze) negli USA: lì il wi-fi è ovunque, finanche a Lee Vining, paese di 20 case a 1500 metri di altezza sopra il Mono Lake (California).
Però tutti usavano iPhone e MacBook, ingrato Windowista dei miei stivali.

Baldo ha detto...

usiamo quello che vuoi, ma quando il wi-fi diventerà qualcosa che i locali prenderanno anche solo in considerazione in numero decente? vana speranza...