mercoledì 2 febbraio 2011

Internet: come fare le cose a modo, e con ordine (che nemmeno mia mamma parla così...)

Scambio di twit fra me e Max Carraro (e complimenti per l'apparizione televisiva :) di qualche giorno fa:


A parte le battute, Max ha centrato in pieno uno dei pilastri di tutte quelle belle cose come on line reputation, social network, crowdsourcing, etc etc...

Il suo elenco è importante quanto l'ordine dei vari punti:

esserci: dare un punto di riferimento a chi vuole parlare con noi e di noi

ascoltare: a quel punto siamo in ballo: prestiamo attenzione a chi investe il suo tempo a dirci qualcosa, facendo sì che quel tempo non l'abbia sprecato.

parlare: farlo solo dopo aver adempiuto al meglio al punto 2, altrimenti le reazioni saranno dalla presa in giro all'ira incontrollata. Due cose che sembrano avere una potentissima calamita per gli spider di Google...

Il passo successivo è da fare offline: agire, senza lasciare che la nostra esperienza in rete rimanga solo tale.

Ultima cosa: è un percorso che non si interrompe. Se decidete di esserci, sappiate che dovrete anche ascoltare e parlare. Ed è l'unico modo per farsi amici i simpatici ragnetti di Google...

2 commenti:

massimo carraro ha detto...

Uh, grazie!

Baldo ha detto...

di che... ricordare le basi può far solo bene... :)