giovedì 11 giugno 2009

E se gli altri media collaborassero con internet?

Internet, il mostro che sta cannibalizzando gli altri media, a volte con sti media ci collabora pure, ed il risultato è quantomeno interessante: Come Melog, programma di Radio24.
Condotto da Gianluca Nicoletti ha una costante interazione con la rete -principalmente la pagina Facebook del conduttore-, dalla quale si prendono continui spunti per proseguire con la trasmissione.
E non è il caso di un paio di mail lette, ma di una discussione in continuo divenire.

A me questo mescolare i media piace: non credo che internet ucciderà giornali e televisione, e pure la radio rimarrà lì dov'è. Piuttosto collaboreranno sempre di più, e la contaminazione porta sempre del buono.

Bisognerà trovare le formule giuste: impensabile gestire un blog dove commentano tutti i telespettatori di un programma tv in prima serata. Ma la strada c'è, basterà solo aspettare...

2 commenti:

manuela ardingo ha detto...

ma se gli altri media non collaborassero per quanto altro tempo ancora avrebbero qualcosa da aggiungere? questo è il punto. ho l'impressione che, ormai, non si tratti più di una scelta brillante. purtroppo.

Baldo ha detto...

Non so se è una questione di contenuti, mi sembra più del modo in cui questi vengono trattati: velocità, reperibilità, possibilità di adattarli. In questo i medi tradizionali non possono reggere il confronto :)